1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

Contenuto della pagina

ECHE ed EPS

ECHE (European Charter for Higher Education)

Nel 2014, Il Conservatorio di Musica "G.B.Martini"  ha ottenuto l' Erasmus Charter for Higher Education (ECHE), un importante documento che permette al Conservatorio di partecipare a tutte le azioni promosse nell'ambito del  Programma europeo Erasmus+ per il periodo 2014-2020: dalla mobilità alla cooperazione fino alla riforma delle politiche.Grazie a questo risultato sarà possibile ottenere il finanziamento per opportunità di studio, formazione e insegnamento in ambito internazionale.

EPS (Erasmus policy statement)

Strategia Internazionale


Nel contesto internazionale, il Conservatorio di Bologna, vive del vantaggio derivante dai rapporti istituzionali presenti per effetto del fatto che Bologna è stata dichiarata "Città creativa della musica" dall'UNESCO, prima in Italia e seconda in Europa dopo Siviglia. La città vanta infatti una ricca tradizione musicale in continua evoluzione e un serio impegno a promuovere la musica come mezzo di sviluppo economico e di inclusione sociale e culturale. Il Conservatorio convive in questa realtà con altre Istituzioni in un rapporto di proficua collaborazione partecipando a progetti di respiro internazionali e collaborando fattivamente con le Istituzioni del territorio, in particolare col Comune di Bologna.
Il network "Città Creative", promosso dall'Unesco, e di cui il Comune di Bologna è parte integrante, e di cui anche il Conservatorio ha usufruito per la realizzazione e la promozione di diversi progetti,  ha come obiettivo la creazione di un legame con le città in grado di sostenere e di fare della creatività culturale un elemento essenziale per il proprio sviluppo economico, con l'obiettivo di promuovere l'industria della cultura.
Il Comune di Bologna è, inoltre, membro di EUROCITIES dal 1991 e, attraverso questa rete, le Città possono condividere le proprie esperienze e sostenersi reciprocamente, valorizzando le proprie capacità ed incrementando la presenza dei propri prodotti culturali sui mercati nazionali ed internazionali.
In virtù di questo network, attualmente il comune attiva scambi culturali con Lione  e con  Tolosa , il cui  gemellaggio è stato sottoscritto in data 23 novembre 1981 e confermato in data 13 marzo 1984  e che ha già dato ottimi frutti nella realizzazione dei progetti "Suona Francese" e "Suona italiano" alla cui realizzazione docenti e studenti del Conservatorio hanno preso parte attiva.
Sono stati realizzati, inoltre, e sono in fase di realizzazione, progetti congiunti nell'ambito della scuola della musica elettronica, della composizione, del jazz, scuole particolarmente attive nelle città gemellate con il Comune e che hanno trovato corrispondenza con gli obiettivi e i programmi dell'istituzione bolognese.
Anche la partecipazione a progetti europei quali il progetto LLP/Erasmus determina una forte azione di internazionalizzazione dell'istituzione nell'ambito della didattica tramite gli scambi  dei docenti, personale amministrativo e naturalmente degli studenti, sostenuti dagli accordi bilaterali. Al momento sono attivi 43 Accordi Bilaterali che sono stati sottoscritti privilegiando una distribuzione geografica il più possibile completa ma con un occhio di riguardo nei confronti degli indirizzi delle università partner. Anche nel futuro si instaureranno rapporti di collaborazione in relazione agli ambiti per garantire a studenti e staff la possibilità di usufruire della stessa pluralità dell'offerta presente all'interno del Conservatorio di Bologna dove trovano spazio tutte le aree, dalla musica antica alla musica elettronica.
Obiettivo del prossimo futuro  è  ampliare il numero delle collaborazioni e di migliorare la qualità di quelle esistenti, ma soprattutto di favorire le attività che riescano a garantire l'interdisciplinarietà dei progetti  che permette di penetrare aspetti differenti della materia musicale.  I progetti diventano quindi  complessi, interessano l'area compositiva e performativa ovvero la creatività delle giovani generazioni. A tal fine, la collaborazione con i partner risulta più proficua se si avvale dell'utilizzo di competenze specifiche che non sono presenti presso il nostro Conservatorio, in particolare delle Performing arts, come danza e recitazione.


Organizzazione e implementazione della cooperazione internazionale

Da tempo il Conservatorio di Musica "G.B.Martini" si è dotato di un Ufficio Relazioni Internazionali al quale viene affidata la realizzazione di progetti ai quali l'Istituto, a seguito di approvazione da parte del Consiglio Accademico, decide di partecipare. In particolare l'Ufficio Relazioni Internazionali si occupa :
-          dell'organizzazione delle attività a sfondo internazionale ;
-          della gestione delle varie fasi di realizzazione dei progetti;
-          della gestione delle mobilità in entrata e in uscita di studenti, di docenti, del personale non-docente e del personale esterno coinvolto.
-          della tutela e del riconoscimento degli studi e delle attività svolte all'estero
Ad esso si affiancano inoltre l'ufficio produzione, per i progetti più complessi, e l'ufficio stampa che si occupa della promozione e della diffusione.
L'operato dell'Ufficio Relazioni Internazionali  si intreccia anche con l'Ufficio amministrativo del Conservatorio che tratta gli aspetti finanziari dei vari progetti.
E' stata avviata infine, una stretta collaborazione con  l'area cultura del Comune di Bologna ed in particolare con l'Ufficio Relazioni Internazionali, Cooperazione e Progetti  che , fra le varie funzioni, fornisce un supporto specialistico  e garantisce ulteriore  visibilità interna ed esterna dei progetti gestiti.
Da questo Anno accademico e' inoltre funzionante presso il Conservatorio lo Student Office che si occupa di fornire le informazioni utili agli studenti in mobilita', in particolare su:
Alloggio e Ristorazione
- Informazioni pratiche per studenti in mobilità
Attrezzature sportive
- Attività culturali e sociali. In questo ambito sono stati avviati accordi con il Teatro e le piu' importanti associazioni musicali. Il servizio che fornisce informazioni, tratta le agevolazioni e riduzioni per accedere agli spettacoli e concerti del Teatro e delle Associazioni concertistiche della citta'. Il responsabile dello Student Office cura l'organizzazione necessaria e specifica per la fruizione completa del servizio, riservato esclusivamente agli studenti e professori del Conservatorio.
- Associazioni studentesche

Partecipazione al Programma e modernizzazione dell'Istituto.

I risultati attesi dall'azione di internazionalizzazione del Conservatorio di Bologna , possono riassumersi nei seguenti punti:
- incrementare il numero dell'utenza per ottenere una maggiore percentuale di laureati garantendo un'adeguata specializzazione. Questa garanzia può essere fornita grazie anche ad una promozione e diffusione a livello internazionale dei progetti e dei principi che li sostengono.
- Implementare la qualità della docenza attraverso reciproco scambio di conoscenze specifiche e della organizzazione che richiede la didattica dell'alta formazione. In particolare , attraverso i progetti realizzati in collaborazione con le realtà culturali del territorio, si attende il raggiungimento di un obiettivo fondamentale che è il raccordo con il mondo del lavoro artistico.
- Stabilizzazione delle collaborazioni poiché la presenza coordinata e continuativa permette la facilitazione degli scambi di una mobilità più agevolata nei contenuti e nella logistica.
- La realizzazione di un lavoro comune di conoscenza e formazione tendente all'incremento di scambi occupazionali.
- Condivisione continua in ogni fase della realizzazione dei progetti e soprattutto la condivisione della miglior pratica al fine di migliorare l'eccellenza dell'offerta.